Dr. Alessia D'Alterio, è psicologo clinico dell'infanzia, dell'adolescenza e della famiglia, e psicoterapeuta relazionale a Roma. Ha conseguito un primo titolo di dottore in Scienze e tecniche psicologiche e si è poi specializzata conseguendo la laurea con lode in Psicologia dinamica e clinica presso la Facoltà di Psicologia 1, La Sapienza, Roma.

Ha conseguito il titolo di psicoterapeuta presso la scuola di specializzazione ISIPSè - Istituto di Specializzazione in Psicologia Psicoanalitica del Sé e Psicoanalisi Relazionale.

Ha preso parte a un gruppo di ricerca rivolto alle nuove applicazioni delle misure di attaccamento (Bowlby) alla fascia d'età adolescenziale - Child Attachment Interview  (Target, Fonagy, Shmueli Goetz) e ha lavorato sul protocollo CCRT (Luborsky) applicato ai sogni. Ha collaborato con le Asl di riferimento per i servizi territoriali rivolti all'adozione nazionale e internazionale e presso il CIF, Centro Italiano Femminile, rivolgendo particolare attenzione alle donne vittime di violenza. Ha lavorato per diversi anni come psicodiagnosta in campo legale, occupandosi di nullità matrimoniali, e come psicologo clinico presso onlus rivolte a soggetti con fragilità economiche.  Ha collaborato con l'Associazione DAI-Disturbi Alimentari in Istituzione, facente parte di FIDA (Federazione Italiana Disturbi Alimentari).

E' traduttrice del volume "L'abisso della Follia" di George Atwood (pubblicato in Italia da Giovanni Fioriti Editore nel 2016), teorico tra i maggiori esponenti della prospettiva psicoanalitica intersoggettiva, di cui ha curato anche l'introduzione e la presentazione del libro con l'autore a Roma presso la John Cabot University nel Maggio 2017. E' curatrice editoriale del testo "La mente psicopatica. Origini, dinamiche e trattamento" di J. Reid Meloy, pubblicato da Giovanni Fioriti Editore nel 2017.

E' vincitrice di un premio internazionale per l'inizio della carriera, l'Early Career Scholars Program, conferitole dalla IAPSP International Association for Psychoanalytic Self Psychology a Boston nel corso della conferenza internazionale 2016 "Critical Clinical Moments in the Treatment Process". Dal 2017 è parte del Candidate Committee della stessa associazione, il comitato che supporta gli studenti e i candidati che si avvicinano alla Psicologia del  Sè.

Ha preso parte a giornate di studio internazionali sul tema della depressione e del suicidio, organizzate dalla IASP-International Association for Suicide Prevention, e sul disturbo borderline di personalità presso l'Università degli Studi Bicocca di Milano. Nel 2015 ha partecipato a New York all'evento "Attachment and Sexuality coming together" organizzato dal NY Center for Emotionally Focused Therapy, per la terapia delle problematiche sessuali e di coppia.

Nello stesso anno ha preso preso parte alla conferenza internazionale della IARPP - The International Association for Relational Psychoanalysis and Psychotherapy - "The Relational Pulse: Controversies, Caricatures and Clinical Wisdom" a Toronto (Canada) per approfondire ulteriormente la conoscenza teorica dell'approccio psicoanalitico relazionale. Ha preso parte a numerose conferenze internazionali con le maggiori personalità di spicco in psicoanalisi relazionale (Aron, Beebe, Benjamin, Ringstrom, Lichtenberg, Orange e altri).

Ha partecipato come relatore alla Conferenza Internazionale IARPP 2016 a Roma "The arts of Time", presentando un paper intitolato "Reflections on the shared virtualspace of Art", sulle implicazioni dell'uso di internet nel lavoro psicoterapeutico,  e alla Conferenza Internazionale IARPP 2017 a Sydney (Australia) "From the margins to the centre: contemporary relational perspectives", presentando un lavoro intitolato "Talking money, the dirty talk. A voice rising from shame, silence and poverty to conquer reachness" sulle implicazioni metaforiche del compenso per la psicoterapia nell'attuale contesto socio-economico, nell'ambito del panel "Shame, Dignity and Feeling Valued: Can the Experience of Marginality Be Transformed by Psychoanalysis?". Ha partecipato al 9° congresso nazionale Isipsé a Milano "Sentirsi pensati. Il riconoscimento intersoggettivo nella clinica psicoanalitica" presentando il paper "Dominare, essere dominati. Giochi di potere in assenza di riconoscimento" sulle dinamiche complementari "vittima-carnefice" nelle relazioni di coppia.

Dal 2013 esercita la libera professione nel suo studio privato a Roma.

 

Alessia D'Alterio, clinical psychologist of children, adolescents and family, is a psychotherapist in Rome. She worked for several years as Psychodiagnostic in the legal field and as a clinical psychologist at non-profit organization aimed at subject in economic weakness. She worked with the Association DAI (Disturbi Alimentari in Istituzione), part of the Italian Federation of Eating Disorders (FIDA). She is translator of the book 'The abyss of madness’ (George Atwood) published in Italian from Giovanni Fioriti Editore. Since 2013 she works at her private practice in Rome.